seikoa156Uno degli orologi più belli mai prodotti nel mondo LCD è quello di Seiko. Il modello A-156 è uno dei primi orologi con ricarica solare prodotti al mondo.

Di gusto molto raffinato è oggi uno degli oggetti di culto nel mondo Vintage.

Ma veniamo subito al problema, difatti uno dei problemi più grandi è riuscire ad alimentare correttamente questo orologio in quanto oggi non esiste più la batteria utilizzata da Seiko negli anni 1975-1980.

Nel mio caso sono in possesso di due esemplari di Seiko A-156, veramente ben mantenuti. Entrambi con la batteria originale ormai completamente irrecuperabile WSR265H. Detta batteria ha un diametro di 11,6 mm e alta circa 3 mm per un voltaggio insolito 2V.

Voledolo alimentare a 1,55v ci sono molte possibilità. Si può optare sia su una standard non ricaricabile VARTA V390 da 1,55v che però fà perdere totalmente la natura solar del Seiko A156, ma funziona quasi perfettamente se non fosse per il consumo della luce notturna che assorbe troppo mettendo in crisi l’orologio in pochi secondi sia su un accumulatore seiko 30235MZ adattato per la dimensione della circonferenza con un anello in ottone di pochi millimetri che io mi sono autocostruito per raggiungere gli 11,6mm della batteria originale.

Quest’ultima batteria lavora come la V390 a 1,55v o anche qualche cosa in più quando perfettamete ricaricata ma con una durata di una settimana circa. Il motivo di così bassa durata è proprio nel voltaggio dell’accumulatore Seiko che parte da 1,3v per arrivare al massimo a 1,7v. Ci vuole veramente poco per andare sotto ai 1,55v di minimo del Seiko A156.

seiko-a156.2Ho però trovato una soluzione ormai definitiva con una batteria Casio. La batteria CTL1025. La batteria Casio CTL1025 è una batteria per orologi solari Casio da 2v in su con un diametro di 10mm. Quindi anche questa batteria dev’essere adattata lavorando un anello di ottone sino a raggiungere il diametro esterno di 11,6mm. Il risultato è perfetto ! la durata di funzionamento dell’orologio anche senza luce solare è di minimo un mese anche un piccolo problema c’è.

La batteria CTL1025 ha un voltaggio a metà carica di circa 2,5v che è già il massimo consentito per il Seiko A-156, quindi attenzione a non abbandonarlo al sole perchè sarebbe fatale; se la batteria dovesse arrivare al 100% della sua capacità il Seiko A-156 rischia di rovinarsi. Con uno dei miei due A-156 ho provato a ricarica la batteria sino a 2,6v e il risultato è stato che l’orologio entrava come in protezione, non accendendo il display. Bastava però scaricare un pò la batteria tenendo accesa la luce notturna per farlo tornare a lavorare regolarmente. Non si è comunque guastato anche se ritengo sia un rischio reale che è meglio non correre.

Se utilizzate questa batteria il mio consiglio è quello di cronometrare la messa al sole dell’orologio per la ricarica e lasciarlo non più di un ora.

Spero di essere stato di aiuto. Se questo articolo Vi piace cliccate in basso sul link facebook. Se avete dei suggerimenti su come migliorare l’alimentazione di questo orologio potere inviarle una mail a mac.iphone.italia@gmail.com, grazie.

Comments are closed.

^